Perché per allenarsi meglio è importante dormire bene?

Man sleeping after workout

Quando siamo stanchi, aumentano le probabilità di assumere pasti poco sani e grassi. Molte ricerche eseguite sul riposo, inclusa quella del  New York Obesity Nutrition Research Center, conferma questa ipotesi. 

Una corsa di 5 km, un allenamento a corpo libero o una sessione di yoga, non solo mettono in forma ma contribuiscono anche a migliorare la qualità del riposo. Nell’articolo di oggi ti sveliamo quali esercizi aiutano, perché gli ormoni giocano un ruolo fondamentale nel recupero muscolare e altri consigli per migliorare la qualità del riposo.

Man working out

Muoviti di più 

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Sleep Medicine, fare esercizio regolarmente aiuta a dormire meglio. L’unica cosa è che al corpo serviranno almeno 4 mesi per abituarsi alla nuova routine di allenamento, quindi non bisogna scoraggiarsi se il sonno non migliora subito. Se fai un allenamento intenso e non riesci a prendere sonno subito è perché l’esercizio fisico stimola il sistema nervoso, rallentando il rilassamento.

Consiglio:

Termina la tua sessione di allenamento almeno 2 ore prima di andare a letto. Ti piace allenarti al mattina? Se lo fai prima di andare a lavoro, dovresti andare a letto prima la notte per assicurarti le giuste ore di sonno.

Più si dorme, meglio ci si allena

Piacerebbe a tutti svegliarsi carichi e avere le energie di affrontare una giornata al lavoro e fare anche un allenamento a fine giornata. Se non si dorme bene di notte, è meno probabile avere le energie per allenarsi. Anche lo studio su alcuni studenti condotto dalla Stanford University lo conferma: gli studenti che dormivano di più (10 ore) ottenevano migliori performance rispetto agli altri. Non devono essere per forza 10 ore, ma sono sufficienti 7 o 9.

Man schläft

I muscoli crescono durante il sonno

Quello che serve ai muscoli dopo una sessione intensa di allenamento è il recupero: è essenziale al fine di ottimizzare i risultati. Più sforzi si fanno, più il corpo rilascia testosterone. Senza di esso i muscoli non potrebbero ricostruirsi dopo lo sforzo e non si rinforzerebbero. Per questo più a lungo si dorme, più i muscoli hanno tempo per recuperare e crescere.

10.000 passi al giorno

L’ora sta passando e anche mille pensieri nella nostra mente, e noi non riusciamo a prendere sonno, è davvero frustrante! Alcuni giorni dormire bene è indispensabile: quando si deve correre una (mezza) maratona o si ha un incontro di lavoro importante.  

Sotto stress, il corpo rilascia l’ormone cortisolo, che interferisce con il riposo. Il giorno dopo quindi non solo si avrà sonno, ma anche fame a causa della mancanza dell’ormone che toglie l’appetito, la leptina. Ed è molto probabile quindi assumere calorie in eccesso. Il peso e il riposo sono strettamente connessi e se si dorme male i grassi delle cellule si accumulano nel collo causando un respiro rumoroso. E nessuno vorrebbe disturbare gli altri vero?

Per questo consigliamo di fare almeno 10.000 passi al giorno e fare esercizio all’aperto che aiuta a combattere lo stress e a stancarci per dormire meglio la sera.

Frau läuft

Consigli per addormentarsi più velocemente

Se hai problemi a prendere sonno puoi fare alcune cose che aiutano come mangiare una cena leggera, bere bevande specifiche e limitare l’alcol:

  1. Abbassa la luci prima di andare a letto per creare l’atmosfera.
  2. Rendi la stanza il più buia possibile: la luce stimola la produzione di melatonina, che sfasa i processi metabolici.
  3. Crea un rituale come lavare i denti, fare la doccia o leggere un libro prima di andare a letto che abitueranno il corpo a capire che è ora di andare a letto.
  4. Dormi in una stanza fresca: la temperatura deve essere tra i 16° C e i 18° C.

Vuoi combinare riposo, nutrizione e fitness? Diventa Utente Premium e scopri tutti i segreti di salute e benessere.

***

VALUTA QUESTO ARTICOLO

Tina Sturm-Ornezeder Tina adora scrivere, è molto curiosa ed è sempre alla ricerca di nuove tendenze. Le piace anche praticare yoga e il suo frutto preferito è l'avocado. Vedi tutti gli articoli di Tina Sturm-Ornezeder »

Leave a Reply