3 consigli importanti per iniziare a correre

Woman running in the city

Sei motivato per fare la tua prima corsa? L’esperto di corsa, Sasha Wingenfeld ha qualche consiglio da dare per iniziare a correre con il piede giusto! Per la prima corsa è di vitale importanza stabilire un obiettivo realistico sia di durata che di intensità. Se si inizia con aspettative troppe alte, sarà più difficile tenere alta la motivazione! Se si inizia con un obiettivo basso, sarà sempre possibile aumentare il livello in seguito!

Corsa per strada

Ecco i 3 consigli principali per iniziare a correre:

Consiglio 1: per quanto e a quale velocità devo correre nella mia prima corsa? Posso fare delle pause?

La durata ideale della prima corsa dovrebbe essere di 30 minuti in totale, incluso il tempo del riscaldamento, per essere sicuri che i muscoli siano pronti per affrontare la corsa! Per la prima corsa, assicurati di correre lentamente: lento è sempre meglio che troppo veloce. Quando si inizia la corsa è difficile adattare la velocità e la tendenza è correre troppo veloce. Dopo alcune corse il corpo troverà più facilmente il ritmo giusto sin dall’inizio. Per tenere traccia dei ritmi e della velocità, traccia le corse con l’app Runtastic.

Durante le prime corse fare degli intervalli è un’ottima idea. Si possono alternare fasi di corsa con fasi di camminata e controllare in questo modo lo sforzo totale e prevenire uno sforzo eccessivo.

Esempi di allenamento per iniziare a correre: 

  1. 30 min: alterna 5 min di corsa + 3 min di camminata
  2. 30 min: alterna 5 min di corsa + 2 min di camminata
  3. 30 min: alterna 5 min di corsa + 1 min di camminata
  4. 30 min: alterna 8 min di corsa + 3 min di camminata
  5. 30 min: alterna 8 min di corsa + 2 min di camminata
  6. 30 min: alterna 8 min di corsa + 1 min di camminata
  7. 30 min: alterna 10 min di corsa + 5 min di camminata
  8. 35 min: alterna 15 min di corsa + 2-3 min di camminata
  9. 1 x 30 min di corsa senza pause
  10. …continua a correre e divertiti!

Corsa all'aperto

Consiglio 2: come scegliere la scarpa da corsa più adatta?

“Le scarpe running sono lo strumento da corsa più importante e sono la base di ogni performance di corsa; la prima scarpa da corsa deve stare al piede in modo perfetto; meglio scegliere sempre mezzo numero in più rispetto alla scarpa normale in modo da evitare che l’alluce tocchi la punta della scarpa ad ogni passo e si pesti l’unghia. Anche il tipo di appoggio del piede e il tipo di corpo influenzano la scelta delle scarpe da corsa.

Tipo 1:

Se il piede è instabile e tende all’interno (pronazione) o all’esterno (supinazione), è necessaria una scarpa che stabilizzi il piede nella giusta direzione.

Tipo 2:

Se hai qualche chilo da buttare giù con la corsa, assicurati di avere delle scarpe con una suola larga per un supporto extra.

Tipo 3:

Se il tuo piede è stabile e il tuo peso è nei valori normali, puoi scegliere una scarpa leggera, neutrale e anche stretta.

Di norma:

Una scarpa leggera e semplice è ideale per una tecnica di corsa dinamica, ma solo se si ha una buona condizione fitness di base.

scarpe da corsa

Tutto quello che ti serve per raggiungere i tuoi obiettivi. 

Consiglio 3: come scegliere il giusto abbigliamento per la corsa!

Per qualsiasi attività fitness è sempre meglio utilizzare vestiti appropriati perché sono più adatti per trasportare l’umidità dal corpo all’esterno e mantenere il corpo asciutto e caldo. Soprattutto durante i mesi invernali, è importante per allenarci senza rischiare l’ipotermia. In generale consiglio di non vestirsi troppo perché dopo un certo tempo che siamo in movimento il corpo raggiunge la giusta temperatura.

Vuoi altri consigli? Ecco alcuni consigli di corsa per principianti.

Adesso dovresti essere pronto per affrontare la tua prima corsa! Non importa quanto correrai e quanto veloce sarai, l’importante è che ti divertirai.

***

VALUTA QUESTO ARTICOLO

Sascha Wingenfeld Sasha, esperto di salute e triatleta, da oltre 10 anni allena runner, dal livello principiante a quello avanzato. "Amo correre e amo il mio lavoro". Vedi tutti gli articoli di Sascha Wingenfeld »

Leave a Reply