Donne e sport: abbattiamo le barriere

Hai mai sognato di correre una maratona e tagliare gloriosamente il traguardo dopo mesi di duro allenamento, raccogliendo la tua medaglia e festeggiando tra le braccia dei tuoi sostenitori?

Non molto tempo fa, questo non era possibile per le donne. Solo nel 1967, infatti, Kathrine Switzer divenne la prima donna a correre la maratona di Boston. Per riuscire a correre dovette far finta di essere un uomo, iscrivendosi come “K.V. Switzer”. A metà gara venne addirittura bloccata da un allenatore, vestito in abiti civili, che si opponeva al fatto che una donna partecipasse alla gara. Ma Kathrine non si lasciò fermare e continuò a correre.

Cosa ti ferma?

Le barriere nello sport femminile esistono e sono tante. Spesso sono esterne, come la mancanza di opzioni sportive per le atlete, gli episodi di molestie sessuali o problemi relativi alla sicurezza, come il dover correre da sole. Molte barriere invece sono interne o sono state interiorizzate, come quando si ha la sensazione di avere il corpo sbagliato: si è troppo magre, troppo in carne, troppo fragili, troppo lente. Oppure si smette di praticare uno sport perché non ritenuto abbastanza ‘femminile’. È veramente difficile rimanere motivate e fare lo sport che si ama se la nostra testa è piena di voci che ci dicono che non possiamo farlo.

Come cambiare questa tendenza?

Abbiamo raccolto alcune idee per incominciare, poiché ciascuna di noi, nel suo piccolo, può fare la differenza e combattere gli stereotipi di genere presenti nello sport femminile. 

1. Iscriviti a un gruppo

Se fai fatica a trovare la fiducia necessaria per iniziare a correre o ad allenarti, prova a cercare sostegno in una community di runner. Troverai persone che ti sosterranno ad andare avanti e potrai anche fare nuove amicizie. Un esempio? Unisciti alla community adidas Runners più vicina a te e partecipa ai diversi allenamenti a disposizione.

2. leggi ed Informati

Se sei un’atleta principiante, fai qualche ricerca su come iniziare sfogliando riviste o blog di fitness. Oppure è da un po’ che corri ma hai in mente un nuovo obiettivo? Allora leggi alcuni consigli per preparare la tua prima mezza maratona.

3. Parla con gli uomini che ti circondano

Papà, fratello, figlio o compagno, non importa con chi, parla con gli uomini che conosci e ami delle tue esperienze e dei tuoi bisogni. Più i ragazzi e gli uomini diventeranno consapevoli di come il loro comportamento influisca sulla fiducia in se stesse delle donne, sulla loro sensazione di sicurezza, o su qualcosa di molto semplice, come avere il tempo di fare sport, più le donne si avvicineranno alla parità di diritti. 

(ri)prenditi La TUA autonomia!

Se preferisci correre in solitaria, puoi farlo tranquillamente e non sarai relegata al tapis roulant in palestra fino al resto dei tuoi giorni. Ci sono molti modi per uscire e godersi l’aria fresca, anche da sola. Basta fare un po’ più di attenzione, soprattutto se vai a correre quando è già buio. 

Consigli per correre in sicurezza:

  • Indossa indumenti riflettenti
  • Togli gli auricolari
  • Porta il tuo telefono
  • Corri con un cane

Festeggiamo la Giornata internazionale della donna!

Mostra la tua solidarietà alle donne e alle atlete di tutto il mondo e partecipa alla sfida adidas Runtastic Oltre le mimose! Nello sport (e non solo) le donne hanno fatto incredibili progressi nel corso degli anni, ma la strada da fare è ancora lunga. Unisciti alla nostra sfida e aiutaci a completare l’obiettivo di 300.000 ore di attività per la Giornata Internazionale della Donna 2020 #EachforEqual.

***

VALUTA QUESTO ARTICOLO

TAGS

Emily Lemon

Con una formazione in letteratura e traduzione, Emily si definisce una cittadina del mondo e rende possibile la comunicazione fra culture. Vedi tutti gli articoli di Emily Lemon »