Sgarrare a dieta: fa bene ogni tanto o ostacola la perdita di peso?

someone holding a burger

I cheat days, anche detti giorni di sgarro, sono molto popolari tra gli appassionati di fitness odierni. Di cosa si tratta? Si segue una dieta per tutta la settimana e si fa un’eccezione solo per un giorno, dove si può mangiare tutto quello che si desidera: hamburger, pizza, gelato, cioccolato, bibite gassate e alcol. Ma questi giorni di sgarro funzionano o sabotano del tutto la dieta?

Due uomini bevono vino

Qual è la differenza tra cheat day e cheat meal?

Dipende da quanto vuoi “trasgredire”:

  • Cheat day: è un intero giorno di sgarro. Vuoi mangiare un cornetto alla marmellata a colazione, cotoletta a pranzo e una bella pizza per cena? Sì, tutto quello che vuoi. Alcuni divorano di tutto e assumono il doppio delle calorie che assumerebbero in un giorno normale, mentre altri aumentano l’introito calorico ma scegliendo alimenti sani.
  • Cheat meal: un’altra opzione è di fare un cheat meal, ossia solo un pasto di sgarro. L’idea è mangiare in modo sano tutto il giorno tranne durante un pasto, in cui si può mangiare quello che si vuole.

Conseguenze fisiche del giorno di sgarro

La teoria è che i giorni di sgarro aiutino a perdere peso aumentando la produzione di leptina e quindi accelerando il metabolismo e facendo bruciare di conseguenza molte più calorie dopo il pasto. La leptina è un ormone proteico prodotto da cellule adipose e controlla la fame e la sensazione di sazietà, anche se i suoi effetti sul peso corporeo sono ancora oggetto di discussione tra i ricercatori e alcuni non credono nella produzione di leptina dopo un giorno di sgarro. Mangiare in eccesso pare che acceleri il metabolismo non più del 3-10% (in un massimo di 24 ore).

Se si segue una dieta stretta da parecchio tempo, potrebbe anche essere che i livelli di glicogeno immagazzinato nei muscoli siano limitati. Questo potrebbe causare un senso di affaticamento precoce e compromettere anche la performance quando si sta eseguendo un’attività fisica. Un pasto o un giorno di sgarro invece possono aiutare a reintegrare le riserve di glicogeno aumentando le calorie e i carboidrati che si bruciano e fornendo anche le energie necessarie per un allenamento intenso.  

Pizza fatta in casa

Effetti psicologici dei giorni di sgarro

Possono essere sia positivi che negativi, dipende dal tipo di persona: per alcuni è importante “trasgredire” per continuare a seguire la dieta; sapere di avere un giorno dove si può mangiare di tutto, frena il desiderio di soddisfare gli attacchi di fame durante gli altri giorni.

Per altre persone invece, il fatto di mangiare troppo può scatenare forti sensi di colpa oppure fa desiderare ancora di più un altro giorno di sgarro.

Pancake con banane

Quindi, qual è il modo migliore per imbrogliare a dieta?

Ogni tanto fa bene concedersi qualche sfizio, anche quando si sta cercando di perdere peso. Noi non siamo fan di diete troppo restrittive né ti consigliamo di concederti un giorno dove mangi l’impossibile. Cosa succede infatti alla fine del giorno? Si consumano centinaia di calorie, spesso ci si sente gonfi e si ha mal di stomaco e probabilmente tanti sensi di colpa. Al posto di un giorno interno, sarebbe preferibile scegliere un solo pasto di sgarro. Inoltre, per le persone con il diabete, colesterolo alto o pressione sanguigna alta c’è da fare molta attenzione.

Il nostro consiglio: tieni un diario alimentare

Ti va il gelato? Allora prendilo! Con l’app Balance di Runtastic c’è spazio anche per questi piccoli peccati di gola. Inserisci già il gelato di prima mattina, così saprai quante calorie ti restano da consumare per il resto del giorno. Il trucco è mangiare con moderazione.

***

VALUTA QUESTO ARTICOLO

Julia Denner Julia è dietista e cuoca creativa e crede che il segreto di una vita equilibrata sia seguire una sana alimentazione e fare regolarmente esercizio fisico. Vedi tutti gli articoli di Julia Denner »

Leave a Reply