I 10 miti più diffusi sulla perdita di peso (e perché sono falsi)

Sulla perdita di peso ci sono da sempre tante teorie: ecco la top ten dei miti più diffusi da sfatare per perdere peso in modo intelligente e duraturo.

Insalata di quinoa

Mito #1: I carboidrati fanno ingrassare

I carboidrati in sé non fanno ingrassare se si tratta di quelli complessi come riso e pasta integrale, patate dolci, quinoa o legumi e se assunti in quantità ragionevoli. Anche il modo in cui si cucinano e si condiscono è importante: la pasta, il riso e le patate infatti sono spesso accompagnati da salse e sughi piuttosto calorici ed è questo a far impennare l’ago della bilancia.

Pst: le patate bollite sono 5 volte meno caloriche della pasta.

Mito #2: Si mangiano meno dolci se sono piccoli

Se in formato mini, ne divoriamo in realtà circa il 30% in più: proprio perché sono piccoli ci si sente incoraggiati a mangiarne di più.

Pst: le confezioni di formato “standard” sono migliori sia per la silhouette che per l’ambiente.

Avocado

Mito #3:  Il grasso fa male

Il grasso è un componente vitale per il nostro organismo ed esiste anche di tipo “buono”. A prescindere dalla qualità, bisogna comunque sempre moderare la quantità.  

Pst: meglio scegliere i grassi “buoni” contenuti in pesce, noci e avocado.

Mito #4: I lassativi aiutano a dimagrire

I lassativi non aiutano a dimagrire in modo sostenibile e durevole ma aiutano solo ad espellere l’acqua favorendo una perdita di peso solo temporanea.

Pst: prendere lassativi rende l’intestino pigro e affaticato.

Mito #5: Saltare la colazione fa “risparmiare” calorie

Saltando la colazione in realtà aumentano le probabilità di mangiare cose ipercaloriche durante il giorno perché è dalla colazione che attingiamo la maggior parte dell’energia che serve al corpo nel corso della giornata. Mangiare la mattina inoltre regola la grelina, l’ormone che stimola l’appetito, attenuando gli attacchi di fame.

Pst: il metabolismo è più attivo la mattina.

Mito #6:  L’alcol fa bruciare più grassi

L’alcol rallenta la digestione e promuove l’accumulo di grassi perché, per liberarsene il prima possibile, il corpo lo processa subito mentre la digestione di carboidrati, grassi e proteine è messa in pausa. Questo processo è un’occasione d’oro per i grassi di accumularsi in riserva.

Pst: dopo i pasti meglio evitare l’ultimo bicchiere di vino e uscire piuttosto a fare una passeggiata.

colazione

Mito #7: Evitare i cibi abituali aiuta nella perdita di peso

Evitando completamente alcuni cibi comuni nella propria dieta non si perde peso più velocemente poiché si tende sempre a trovare dei sostituti o a mangiare quantità maggiori di altri alimenti per supplire alla loro mancanza. Inoltre, più ci priviamo di qualcosa più la desideriamo e a lungo andare cediamo di sicuro.

Pst: il trucco è mangiare con moderazione.

Mito #8: Digiunare elimina i grassi

Con il digiuno l’unica cosa che si perde è acqua e massa muscolare. In più il nostro corpo tende ad accumulare più riserve di grassi per preparare il corpo a una lunga carestia.

Pst: digiuni prolungati rappresentano una fonte di stress per il corpo e non sono ideali per perdere peso in modo durevole.

limonata

Mito #9: Usare piatti piccoli fa mangiare porzioni più grandi

È l’occhio che viene ingannato: usare piatti piccoli ci farà sembrare che la porzione è più grande, ma in realtà ci saziamo più in fretta e mangiamo meno.

Pst: vale anche per forchette e cucchiai perché se li usiamo piccoli introduciamo meno cibo.

Mito #10:  L’alcol ha poche calorie

1 g di alcol ha 7 calorie, mentre 1 g di grasso ne ha 9. Quindi le calorie contenute in 1 litro e mezzo di birra sono le stesse di un pasto completo.

Pst: meno alcol si assume, meglio è.

***

VALUTA QUESTO ARTICOLO

adidas Runtastic Team Vuoi fare più movimento, dimagrire e migliorare il tuo riposo? Il team di adidas Runtastic ha dei consigli da darti per raggiungere i tuoi obiettivi. Vedi tutti gli articoli di adidas Runtastic Team »

Leave a Reply