Nuova funzione in Balance: il semaforo alimentare

Nutrition rating feature

Il semaforo alimentare è una nuova funzione che ti aiuterà a capire attraverso i colori, se i cibi che scegli sono quelli giusti in base al tuo obiettivo di peso.

Come funziona?

Attraverso i colori verde, rosso e giallo, il semaforo alimentare ti indicherà la qualità degli alimenti che scegli. Con il tempo, grazie a questa nuova funzione, sarà possibile stabilire della abitudini alimentari positive.

Ecco cosa indicano i diversi colori:

  • Da preferire – Adatto per un consumo giornaliero
  • Accettabile  – Adatto per un consumo occasionale
  • Da evitare – Adatto per un consumo ridotto

Il sistema del semaforo alimentare è basato su un modello di machine learning che include le revisioni di più di 10.000 alimenti diversi da parte di alcuni dietisti.

Nota:

Il semaforo alimentare non si basa sulla quantità di alimenti registrati nel diario alimentare o dalle necessità individuali (allergie, preferenze, piani nutrizionali…). Il semaforo alimentare indica la qualità degli alimenti scelti a prescindere dal piano nutrizionale scelto (se per caso è stato scelto il piano nutrizionale chetogenico, la valutazione del semaforo non cambia). Per un’alimentazione equilibrata, adatta la quantità di cibo da assumere per equilibrare l’apporto calorico.

Ecco come appare nell’app:

Il semaforo alimentare si attiva nel momento in cui si cerca un alimento nel database dell’app Balance. Nella ricerca generale si possono vedere solo i colori e se si clicca su un determinato alimento si possono avere ulteriori dettagli.

Quali criteri utilizza il semaforo alimentare?

Cliccando su un determinato alimento, si ottiene una lista di nutrienti contenuti in quantità elevata in quel dato alimento. La lista tiene in considerazione questi nutrienti:

  • Nutrienti che si dovrebbero assumere spesso: proteine, fibre, vitamine e minerali ( per 100 kcal)
  • Nutrienti da assumere moderatamente: grassi saturi, zucchero e sodio (per 100 g)

Cosa significa “contenuto in quantità elevata”?

Il semaforo alimentare si basa su una certa soglia dei nutrienti presenti nella lista.

Ecco alcuni esempi. Se nella lista dell’alimento c’è il nutriente…

  • …proteine, significa che l’alimento ha più di 5 g di proteine per 100 kcal
  • …zuccheri, significa che l’alimento ha più di 22,5 g di zucchero per 100 g
  • ….grassi saturi, significa che l’alimento ha più di 5 g di grassi saturi per 100 g
  • …fibre, significa che l’alimento ha più di 3 g di fibre per 100 kcal

Ogni alimento è marcato con un pallino colorato:

Il semaforo alimentare tiene conto anche di altri criteri:

Per esempio, se l’alimento è processato o no o quale metodo è stato usato per cucinare (fritto, saltato, grigliato, bollito e al forno) e anche come viene considerato un alimento rispetto agli alimenti dello stesso gruppo (per esempio le verdure non vengono confrontate con la carne).

E se l’alimento ha una valutazione ma non ci sono nutrienti nella lista, cosa significa?

Se non è presente nessun nutriente nella lista significa che la valutazione si basa sui metodi usati per cucinare quell’alimento. Se non esiste nessuna valutazione significa che l’alimento non è nel database.

Esempi del semaforo alimentare

Se cerchi la parola “patata” (scrivendo “patat”), otterrai i seguenti risultati:

  • La patata è considerata accettabile perché non ha nessun nutriente come proteine o grassi saturi.
  • La patata americana è “da preferire” perché contiene Vitamina A e fibre
  • Le patatine fritte invece sono “da evitare” a causa del metodo usato per cucinarle

Inizia a registrare quello che mangi nell’app Balance e migliora le tue abitudini alimentari grazie al semaforo alimentare!

Balance

***

VALUTA QUESTO ARTICOLO

Runtastic Team Vuoi fare più movimento, dimagrire e migliorare il tuo riposo? Il team di Runtastic ha dei consigli da darti per raggiungere i tuoi obiettivi. Vedi tutti gli articoli di Runtastic Team »