Su strada, su pista o sulla sabbia? Dove correre per ottenere il massimo

Quando andiamo a correre, spesso alterniamo diversi tipi di terreno. Cambiare superficie è un valore aggiunto, perché aggiunge varietà all’allenamento e lo rende più efficace, costringendo il corpo a adattarsi. Ma quando decidi dove andare a correre, sei a conoscenza di come i diversi terreni stimolano il tuo corpo? Ecco qualche dettaglio sui tipi di terreno più comuni, e come sfruttarli al meglio per ottenere il massimo risultato dall’allenamento. 

Dove correre? Le 7 superfici migliori

1. Sabbia

Pro:

Quando la sabbia è dura, correre sulla spiaggia è un buon esercizio per le articolazioni pur non affaticandole troppo. Quando invece è morbida, correre sulla sabbia ti costringe a sollevare le ginocchia e spingere con più forza, aiutandoti a migliorare sia la tecnica di corsa che la resistenza

Contro

Correre su una superficie morbida è estenuante, quindi è consigliabile prendersi delle pause durante l’allenamento per evitare infortuni da sovraffaticamento. Inoltre, nel lungo termine, la corsa su sabbia può portare a obliquità pelvica. Per scongiurare questo rischio, cambia direzione di frequente quando corri sulla sabbia. 

2. Pista di atletica

Pro:

La pista di atletica è ideale per fare delle tempo run o per la corsa a intervalli. La superficie elastica di una pista di atletica è particolarmente indicata per i principianti o per chi torna a allenarsi dopo un infortunio.

Contro:

Ai runners viene insegnato a correre in senso antiorario sulla pista. Nel tempo, questo può portare a uno squilibrio muscolare. Per questo è una buona idea cambiare direzione ogni tanto.

Attenzione al tendine d’Achille:

L’effetto elastico della pista sintetica mette a dura prova i polpacci e il tendine d’Achille. Per questo è meglio cambiare superficie ogni tanto per aggiungere varietà.

3. Tapis roulant

Pro:

Correre sul tapis roulant non affatica troppo i tendini e i legamenti. È un tipo di corsa a basso impatto, perfetta per chi riprende a fare sport dopo un infortunio o un periodo di inattività. Inoltre, il tapis roulant consente di regolare il ritmo e la pendenza, aggiungendo varietà alla corsa. 

Contro:

La corsa sul tapis roulant non è come quella all’aperto. Il terreno ti scorre letteralmente sotto i piedi. e il risultato dell’allenamento non può che essere inferiore a parità di durata. Inoltre, la maggior parte dello sforzo quando corri sul tapis roulant ricade su polpaccio e tendine d’achille, con il rischio di incappare in un infortunio da sovraffaticamento. 

4. Asfalto

Pro:

L’asfalto è il terreno ideale per una tempo run, perché la regolarità della superficie fa sì che non si debba prestare troppa attenzione a come si mettono i piedi. Ogni passo è quasi identico all’altro, e puoi raggiungere la propulsione massima. La corsa su strada consente di correre a un ritmo elevato. 

Contro:

La durezza della superficie aumenta lo stress a cui sono sottoposte le articolazioni. Se corri spesso su strada, la scelta delle scarpe è fondamentale: assicurati di scegliere un modello ben ammortizzato. 

5. Sentiero nel bosco

Pro:

I sentieri con terreno morbido forniscono una perfetta ammortizzazione e sono eccellenti per un allenamento a basso impatto sulle articolazioni. Inoltre, correre su un sentiero aiuta a sviluppare una tecnica di corsa flessibile e reattiva.

Contro

La superficie morbida può assorbire la tua forza e rallentarti. Per questa ragione i sentieri nel bosco non sono l’ideale per correre a un ritmo sostenuto – se corri nel bosco, l’intensità dell’allenamento è alta anche quando la velocità è relativamente bassa. 

corsa su un sentiero nel bosco

6. Erba

Pro

L’erba è la superficie ideale per correre a piedi nudi: rinforza i muscoli dei piedi e migliora la tecnica di corsa. Se poi l’erba è ben curata, fornisce anche un’ottima ammortizzazione

Contro: 

Devi fare attenzione, se corri a piedi nudi, a scegliere un prato che sia ben curato, senza sassi o cocci di vetro. 

7. Sentieri in montagna

Pro:

I cambiamenti continui del terreno rendono la corsa su un sentiero di montagna molto impegnativa, e quindi anche divertente. I sentieri di montagna allenano il tuo passo e la tua tecnica di corsa, perché ti costringono a adattarti alla superficie. Inoltre, lo sforzo necessario per gestire il terreno irregolare, unito ai continui cambi di direzione, fa lavorare i cosiddetti muscoli stabilizzatori profondi

Contro

Fai attenzione – con il terreno irregolare è facile prendere una storta. Per questo motivo, è meglio correre sui sentieri di montagna solo quando si è ben riposati. 

dove è meglio correre?

Ti chiedi sempre dove sia meglio correre? Ora sai che ogni superficie ha i suoi pro e i suoi contro per il tuo allenamento di running. Di volta in volta, scegli la superficie di corsa in base ai tuoi obiettivi, e soprattutto ricordati di cambiare ogni tanto, per stimolare i tuoi muscoli e impedire alla noia di prendere il sopravvento. 

***

VALUTA QUESTO ARTICOLO

Sascha Wingenfeld Sasha, esperto di salute e triatleta, da oltre 10 anni allena runner, dal livello principiante a quello avanzato. "Amo correre e amo il mio lavoro". Vedi tutti gli articoli di Sascha Wingenfeld »