Avampiede o tallone? Come migliorare tecnica di camminata e postura

Ein Mann geht im Freien

Vorresti rimetterti in forma e ti stai impegnando a fare una camminata tutti i giorni? O magari ti piacerebbe includere la camminata nella tua routine per variare gli allenamenti? Ottima scelta! Prima di iniziare, leggi questi consigli per un’andatura e una postura corrette.

Woman walking up the stairs

Appoggio sulle dita o sul tallone, qual è meglio? 

Per un genitore, una delle esperienze più emozionanti è vedere un figlio muovere i primi passi. Avrai notato che i bambini piccoli tendono a camminare in punta di piedi o sull’avampiede. Questo perché la loro conformazione anatomica non è ancora sviluppata come nell’adulto. Crescendo e progredendo nello sviluppo, tendiamo sempre di più a preferire l’appoggio sul tallone quando camminiamo.

  • Appoggio sul tallone: si riferisce all’azione di appoggiare a terra prima di tutto il tallone, seguito dall’avampiede in una sorta di movimento oscillatorio continuo, che impatta sulle ossa che compongono la parte superiore del tallone. Questo metodo di camminata o corsa è diventato abituale perché richiede uno sforzo minimo, ma è spesso causa di dolori alle articolazioni o problemi spinali.

Per questo, il nostro consiglio è di scegliere invece l’appoggio sull’avampiede.

  • Appoggio sulle dita: questo è in realtà il modo in cui gli umani si muovono istintivamente, come vediamo nei bambini che imparano a camminare. Da adulti, ci muoviamo così in alcune situazioni, quando saliamo le scale o balliamo, per esempio. In questo tipo di appoggio, è l’avampiede che entra in contatto per primo con il terreno. Il beneficio di questo movimento consiste nell’attivazione dei muscoli del piede, minimizzando l’impatto sulle ossa del tallone e della caviglia e preservando al contempo la salute di legamenti, tendini e articolazioni. Inoltre, contribuisce a tonificare la muscolatura in generale. Se fatto consapevolmente, l’appoggio sull’avampiede può diventare anche un metodo di allenamento – camminare o correre sulla parte anteriore del piede richiede più energia rispetto all’appoggio sul tallone.

L’appoggio sul tallone esercita maggiore pressione sulle ossa del piede, aumentando la possibilità di dolori articolari. L’appoggio sull’avampiede, invece, attiva la muscolatura, rafforzando non solo le gambe, ma tutto il corpo.

Esercitati nell’appoggio sull’avampiede:

Serve tempo per adeguarsi a una nuova abitudine — quindi, anche se l’atto di cambiare la tua tecnica di camminata sembra semplice, non succederà da un giorno all’altro. La prossima volta che uscirai per fare una camminata, prova a concentrarti sull’appoggio sulla parte anteriore del piede. Assicurati di indossare scarpe ben ammortizzate con la giusta flessibilità e il supporto adeguato.

La postura corretta per camminare

Ti è mai capitato di fare una bella camminata e poi iniziare a sentire dolori alla schiena? Per evitarli, è importante mantenere una postura corretta mentre si cammina.

Postura per camminare

Il consiglio dell’esperto:

Se avverti dolori alla schiena nella vita quotidiana o hai difficoltà a mantenere una postura eretta mentre cammini, rafforzare i muscoli del core può aiutare.  

Hai voglia di fare una bella camminata? Scarica gratuitamente l’app Runtastic Steps e inizia a contare i passi.

***

VALUTA QUESTO ARTICOLO

Tina Sturm-Ornezeder Tina adora scrivere, è molto curiosa ed è sempre alla ricerca di nuove tendenze. Le piace anche praticare yoga e il suo frutto preferito è l'avocado. Vedi tutti gli articoli di Tina Sturm-Ornezeder »

Leave a Reply